Airport Carbon Accreditation

Nasce nel giugno 2009 Airport Carbon Accreditationil programma volontario lanciato in Europa dall'Airport Council International, progetto che documenta gli sforzi degli aeroporti nella gestione, riduzione ed infine neutralizzazione delle emissioni di carbonio.

È formato da 6 livelli di partecipazione che richiedono livelli crescenti di gestione e di impegno i cui requisiti vengono verificati da una terza parte indipendente attraverso visite e sopralluoghi sul campo.

L'Aeroporto Marco Polo di Venezia, ha sottoscritto già nel 2014 la partecipazione al programma di certificazione aderendo inizialmente con il livello 2 (Reduction) ma eseguendo nell'anno successivo un upgrade al livello 3+ (Neutrality). Da quel momento in poi l'ente certificatore effettua la visita di sorveglianza ed emette il relativo certificato ogni 2 anni mentre con cadenza annuale la società presenta all'Amministratore del programma, tutta la documentazione necessaria ed utile a dimostrare la continua rispondenza ai requisiti richiesti per il mantenimento del livello ottenuto. 

Vi è un impegno scritto che ha come focus principale la riduzione del 30% delle emissioni di anidride carbonica al 2020 rispetto all'anno base (2011) da raggiungere per mezzo del KPI individuato che rapporta le emissioni di CO2 al numero di passeggeri.

Attraverso il monitoraggio e l'analisi dei dati, si riportano di seguito i risultati ottenuti e fino ad ora validati relativi alla Carbon Fooprint. Dai grafici seguenti si nota che, dall’anno base considerato, si è verificato un miglioramento dell’indicatore. L’incremento avvenuto negli ultimi anni e che si rispecchia chiaramente attraverso la metodologia di calcolo del market method, è causato dalla messa in esercizio della centrale di trigenerazione e dall’aumento dei volumi riscaldati/raffrescati. Con questo metodo si evidenzia in aggiunta la scelta di approvvigionarsi di energia "green" per la quota parte necessaria a coprire il fabbisogno energetico del sito ma che non viene autoprodotta.

A causa della situazione emergenziale attualmente in corso, per questo periodo le regole del programma sono variate eccezionalmente. La validità del certificato viene estesa di un anno ed il 2020 non verrà considerato nelle rendicontazioni. Di conseguenza, a seguire la rappresentazione grafica dell'andamento delle emissioni di anidride carbonica fino ad ora verificate e presentate.

   

Ulteriore documentazione sul tema è visionabile nella sezione Archivio documenti

 

< Cosa facciamo Produzione di energia pulita >